Una guida completa per principianti

 

La presente pubblicazione intende illustrare ai principianti l’ampia gamma di fondi messi a disposizione dall’UE. Essa fornisce informazioni di base su come presentare la domanda e indica dove è possibile reperire ulteriori informazioni. Questa guida contiene le informazioni più recenti sugli attuali programmi dell’UE per il periodo finanziario 2014-2020.

La guida si rivolge a sei principali categorie di potenziali richiedenti: le piccole e medie imprese (PMI), le organizzazioni non governative (ONG), i giovani, i ricercatori, gli agricoltori e gli enti pubblici. Può tuttavia essere una preziosa fonte di informazioni anche per altri richiedenti.

Principali tipi di finanziamento

1. Le sovvenzioni vengono assegnate per attuare progetti specifici, di solito in seguito alla pubblicazione di un avviso denominato “invito a presentare proposte”.

La sovvenzione ha una finalità specifica, descritta nell’invito a presentare proposte. In molti casi il contributo dell’UE è subordinato al cofinanziamento da parte del beneficiario.

Esempio

La Commissione europea offre una serie di sovvenzioni sulla base di un invito a presentare proposte per il periodo 2014‑2017. La finalità dell’invito è il finanziamento di organizzazioni che offrono informazioni e/o servizi nell’ambito del programma "Europa per i cittadini”.

2. Gli appalti pubblici vengono aggiudicati sulla base di bandi di gara (una procedura nota come aggiudicazione di appalti pubblici). Vengono indetti per un’ampia gamma di settori, compresi studi, assistenza tecnica e formazione, consulenze, servizi di conferenza, attrezzature informatiche, ecc. La finalità dei appalti è acquistare servizi, beni o lavori per garantire il buon funzionamento delle istituzioni o dei programmi dell'UE.

Esempio

La Commissione europea ha di recente pubblicato un bando di gara nell’ambito del “Programma di eccellenza dei cluster” (EN), una componente del COSME, ovvero il programma dell’UE per la competitività delle imprese e le piccole e le medie imprese (PMI). Gli offerenti sono invitati a proporre servizi professionali alle PMI europee onde contribuire allo sviluppo di ulteriori cluster di imprese d’eccellenza nell'UE. Il contraente selezionato dovrà offrire, tra l'altro, corsi di formazione, nonché condividere le migliori prassi, organizzare visite di studio e svolgere attività di valutazione d’impatto.

Altri possibili tipi di finanziamento sono i prestiti, le garanzie e i premi.

Le decisioni in merito all'attribuzione di una sovvenzione o all'aggiudicazione di un appalto vengono prese in conformità di regole rigorose onde garantire che tutti i potenziali beneficiari siano trattati equamente e in maniera trasparente.

I destinatari di una sovvenzione e i contraenti sono tenuti ad applicare regole finanziarie chiare per consentire alla Commissione europea e alle altre autorità di revisione contabile di verificare come vengono utilizzati i fondi dell’UE.

La pubblicazione di informazioni sui beneficiari dei finanziamenti dell’UE aiuta a garantire un elevato livello di responsabilità da parte delle istituzioni dell’Unione.

Chi gestisce i fondi e decide in merito all'attribuzione delle sovvenzioni e all’aggiudicazione degli appalti?

La responsabilità politica ultima di garantire che tutti i fondi del bilancio dell'UE siano spesi correttamente spetta alla Commissione europea, ma anche i governi nazionali sono responsabili di eseguire controlli e verifiche contabili annuali, dal momento che l'80% dei fondi dell'UE è gestito a livello nazionale. Inoltre, i paesi extra-UE e le organizzazioni internazionali sono responsabili della gestione di una piccola parte del bilancio UE, che viene assegnata, per esempio, a programmi attuati dalla Croce Rossa e dalle Nazioni Unite.

Le organizzazioni che desiderano richiedere sovvenzioni o aggiudicarsi contratti dell’UE devono quindi verificare attentamente a quali istituzioni devono inviare la domanda o la proposta.

La Commissione europea gestisce il bilancio attraverso i suoi servizi (le “direzioni generali”) e le sue agenzie esecutive. Gli Stati membri affidano la gestione dei fondi dell’UE principalmente ad autorità di gestione quali i ministeri e altri enti pubblici. Queste istituzioni hanno il compito di organizzare inviti a presentare proposte o di indire gare d'appalto.

La Commissione ha pubblicato il documento Il bilancio dell’UE nel mio paese che riunisce 28 schede informative riguardanti progetti selezionati finanziati dal bilancio dell’UE in tutti gli Stati membri. I progetti riguardano molteplici settori, quali ad esempio l’occupazione, lo sviluppo regionale, la ricerca e l’istruzione, l’ambiente, gli aiuti umanitari e molti altri ancora. I richiedenti potenziali possono trarvi ispirazione e scoprire il valore aggiunto.

 

 

 Fonte: http://ec.europa.eu/budget/funding/information/getting-started_it


Copyright © 2015 - OCE Basilicata - Tutti i diritti riservati | Termini di utilizzo | Privacy |
 

NOTA! Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie per rendere più agevole la navigazione e garantire la fruizione dei servizi. Proseguendo nella navigazione senza l'approvazione esplicita, l'utente accetta e acconsente all'uso dei cookie. Per saperne di più.